Home » il diario dei giochi » le pagine 2015 » 29-30 Gennaio 2015 La bellezza in un gioco perfetto

29-30 Gennaio 2015 La bellezza in un gioco perfetto

29-30 Gennaio 2015 La bellezza in un gioco perfetto - il blog di Cor et Amor

SCUOLA: classi 1°,2°, 3°, 4° e 5° della Scuola Primaria di Oglianico (TO)

ATTIVITA’: corso I Giochi della Gentilezza

DURATA: 1 ora per ogni classe

AMBIENTE: palestra

 

BREVE DESCRIZIONE: l’intervento di oggi è stato centrato sulla bellezza, quale virtù dei Giochi della Gentilezza. Per fare conoscere la bellezza ho pensato al gioco perfetto, un gioco in cui tutti i bambini, dopo avere individuato gli ingredienti occorrenti per rendere un gioco “bello”, provino a metterlo in pratica in piena autonomia.  Così ho proposto il gioco di Palla prigioniera, con un approccio differente a seconda delle classi.

RISCONTRO LUDICO GENTILE: i risultati ottenuti da questo incontro variano da classe a classe. La seconda ha dimostrato di saper essere autonoma nel gioco e rispettosa degli “ingredienti” che si era prefissata di mettere in pratica. Anche la quinta ha dimostrato di saper giocare in autonomia creando un bel gioco, purtroppo solamente un bambino ha avuto difficoltà nel mantenere per tutta la durata del gioco un comportamento gentile verso i propri compagni di classe, indispensabile per raggiungere la bellezza nel gioco. La prima ha giocato con semplicità, l’unico ingrediente su cui si deve impegnare maggiormente la classe per svolgere un bel gioco è quello dell’attenzione al gioco stesso. La classe terza ha raggiunto l’obiettivo di giocare una bella partita a palla prigioniera, riuscendo a migliorarsi gioco dopo gioco; a conclusione di ogni partita ci siamo seduti in cerchio per riflettere su come poter rendere ancora più “bello” il gioco, i risultati si sono visti, i bambini sono riusciti ad autocorreggersi; in questa classe un bambino deve ancora imparare ad accettare la sconfitta in modo che possa vivere un bel gioco.  

La classe 4° ha invece avuto qualche difficoltà a riuscire a mettere in pratica gli ingredienti per svolgere un bel gioco in autonomia. Alcuni degli ingredienti espressi dalle 5 classi utili per una bel gioco: attenzione, pace, silenzio, ascoltare (tutti), accettare la sconfitta, collaborare e passare a tutti..

NOME INSEGNANTE: Sabrina P. classe 3°

OSSERVAZIONE INSEGNANTE: dopo un momento di riflessione in classe sulle regole del cuore i bambini hanno giocato in palestra in piena autonomia. Un bambino, con figura da leader, si è allontanato dal gioco perché ha avuto difficoltà ad accettare la sconfitta, altri hanno faticato a gestire lo spazio. La maggior parte è riuscita a collaborare ed a coinvolgere nella seconda parte del gioco il compagno auto escluso.

COMUNICAZIONE AI GENITORI: invito i genitori a vivere l’allenamento giocoso che vi è stato proposto nell’ambito dei Giochi della Gentilezza, da svolgere con i Vostri figli, come un’opportunità per trascorrere un bel momento di gioco insieme.

RINGRAZIAMENTI: grazie ai bambini che hanno sviluppato e consegnato nuovi Giochi della Gentilezza, come richiesto la settimana scorsa.

 

Buon Gioco bambini.

 

Luca Nardi  

commenti (0)

Giochinsieme

Giochinsieme - il blog di Cor et Amor

Giocopedia della Gentilezza

Giocopedia della Gentilezza - il blog di Cor et Amor

Associazione Culturale

Associazione Culturale - il blog di Cor et Amor

I Giochi del Cuore

I Giochi del Cuore - il blog di Cor et Amor

ORDINA IL MANUALE

Grazie dell'attenzione

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza - il blog di Cor et Amor