Home » il diario dei giochi » le pagine 2015 » 3 Agosto 2015 Il gioco é più bello se lo costruisci da solo

3 Agosto 2015 Il gioco é più bello se lo costruisci da solo

3 Agosto 2015 Il gioco é più bello se lo costruisci da solo - il blog di Cor et Amor

I Giochi della Gentilezza si basano su un principio semplice, devono poter essere replicabili e per tutti. Cosa  vuol dire? Per esempio se per svolgere un gioco serve del materiale, prima di acquistarlo bisogna 

vagliare tutte le soluzioni possibili per reperirlo senza costi e se occorre acquistarlo, la spesa deve essere ridotta al minimo. I Giochi della Gentilezza hanno la prerogativa di essere alla portata di tutti, superando quindi ogni limite economico. Se per fare un gioco occorre del materiale oneroso e questo rappresenta un limite per la libera partecipazione dei giocatori allora questo difficilmente potrà essere considerato un Gioco della Gentilezza. Lo stimolo che trasmettono I Giochi della Gentilezza è quello di abituarsi a creare e costruire i giochi in proprio e con semplicità. Possiamo conoscere ed allenare  l’autonomia, una delle virtù dei Giochi della Gentilezza, anche attraverso la costruzione di un gioco, comprendendo allo stesso tempo che è possibile divertirsi senza dipendere dai giochi prodotti da altri. Lo sapevano bene i nostri nonni, i nostri bisnonni… che riuscivano a divertirsi giocando con semplicità e costruendo autonomamente i propri giochi. Sicuramente la condizione in cui vivevano era ben diversa da quella odierna, era però favorevole per giocare liberamente. Il loro divertimento era libero ed indipendente da un modo di giocare prodotto da altri. I Giochi della Gentilezza intendono rispolverare quella conoscenza “antica” ed adattarla ai giorni nostri. Per giocare costruiamoci da soli i giochi.

Può essere comodo comprare un gioco da regalare, ma può essere altrettanto semplice costruirlo in proprio. La persona che lo riceverà dovrà sapere che il gioco è stato realizzato con tanta attenzione da parte vostra; questo rappresenta un aspetto molto gentile.

Per costruire un gioco con semplicità sono sufficienti pochi ingredienti: le regole, la creatività, la fantasia e l’immaginazione (quella che ritengo più importante); questi sono anche gli ingredienti basilari dei Giochi della Gentilezza. Un gioco può essere anche un insieme di regole scritte, o un oggetto che trasformiamo. Se volete allenarvi in questo, giocando, prendete un oggetto qualsiasi e giocate, da soli o con i vostri amici a trasformarlo in quante più cose possibili, mantenendo invariata la forma dello stesso (per esempio una bandiera non potrà essere trasformata in un mattone).  La conoscenza dell’autonomia nel gioco i bambini possono allenarla a scuola (per esempio durante l’intervallo, molto spesso i bambini lo fanno già), a casa (abituandosi a giocare con mamma e/o papà senza giocattoli), nel tempo libero (per esempio allenandosi alla pratica sportiva impiegando poca attrezzatura). Ed un adulto come può allenarsi a costruire un gioco? Se non lo sappiamo, o non ce lo ricordiamo chiediamo ai bambini di raccontarcelo.

 

Luca Nardi

commenti (0)

Giochinsieme

Giochinsieme - il blog di Cor et Amor

Giocopedia della Gentilezza

Giocopedia della Gentilezza - il blog di Cor et Amor

Associazione Culturale

Associazione Culturale - il blog di Cor et Amor

I Giochi del Cuore

I Giochi del Cuore - il blog di Cor et Amor

ORDINA IL MANUALE

Grazie dell'attenzione

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza - il blog di Cor et Amor