Benvenuti in Cor et Amor

Benvenuti in Cor et Amor - il blog di Nardi Luca

CoretAmor.com é il blog, dedicato alle attività che propongo e svolgo riguardanti I GIOCHI DELLA GENTILEZZA. Nel blog racconto la mia esperienza di allenatore, formatore e designer dei I Giochi della Gentilezza e tutor dei Giochi della Gentilezza in Scatola, presentando le attività ludiche che propongo negli ambiti SCUOLA e FORMAZIONE, FAMIGLIA e SOCIALE, CULTURA e SPORT, FESTA e DIVERTIMENTO. Il blog di Coretamor.com é aperto al confronto; i visitatori possono lasciare riflessioni,  domandecommenti e pareri a conclusione di ogni post pubblicato. Chi volesse scrivermi privatamente, per richiedere informazioni, per proporre suggerimenti, per collaborare, per preventivi, per confrontarsi, per raccontare le proprie esperienze di gentilezza, può farlo attraverso la pagina grazie per avermi scritto

Grazie per l'attenzione. 

Luca Nardi

 

Prossimi appuntamenti con Luca Nardi ed I Giochi della Gentilezza

13 Aprile 2018 pomeriggio di Giochi del Cuore con mamma e/o papà con le famiglie dei bambini frequentanti la sezione B della Scuola dell'Infanzia di Salto.

8 Settembre 2018 condurrò "I Giochi della Gentilezza per un bel ricordo del proprio matrimonio", rivolto ai bambini partecipanti al matrimonio di Susan e Stefano, a cui rivolgo i miei più cari auguri.

Prossimi appuntamenti con Luca Nardi ed I Giochi della Gentilezza - il blog di Nardi Luca

23 Marzo 2018 Per far crescere un bambino serve un intero villaggio

Serata di gioco con le famiglie dei bambini della primaria di Viverone (Bi) 7 Immagini

Che bello trascorrere una serata a giocare insieme con mamma e/o papà! Sembra normale passare una serata con i propri bambini, o con i propri genitori, a giocare insieme, ma non sempre è così, a volte la vita frenetica, scandita da ritmi veloci, dai molti impegni, che consentono di dedicare poco tempo ad ogni cosa, tralasciando spesso ciò che si ritiene scontato, mette in condizione di porre in secondo piano quei momenti semplici, a volte banali, come il gioco condiviso. Questa sera, invece, molte famiglie della Scuola Primaria di Viverone (BI), i cui bambini hanno frequentato durante l’orario scolastico il corso I Giochi della Gentilezza per stare bene a scuola, si sono ritrovate per giocare insieme, per conoscere parte dei contenuti appresi dai bambini in aula,  oltre che trascorrere un momento di divertimento ed allegria. Diversi genitori hanno riconosciuto l’importanza dei contenuti trattati, parole semplici, ma utili a rinforzare, attraverso il contesto famigliare, il benessere degli alunni a scuola, tra queste: buon proposito, ascolto, ci aiutiamo, concentrazione, grazie per. Un vecchio detto, su cui ho invitato i partecipanti a riflettere, è stato “per far crescere un bambino serve un intero villaggio”, l’impegno della scuola nel formare i bambini è importante, ma occorre anche la presenza e la partecipazione della famiglia e delle altre realtà educative  (per esempio le associazioni culturali e sportive), per questo ritengo importante che quanto svolgo a scuola coi bambini venga condiviso anche con le famiglie, affinché le conoscenze gentili apprese tra i banchi possano avere una continuità anche a casa. A conclusione dei due seminari, uno rivolto alle famiglie di 1° e 2°, l’altro a quelle di 3°, 4° e 5°, le famiglie partecipanti hanno condiviso la propria parola ricordo della serata, alcune di queste: amicizia, condivisione, attenzione, divertimento. Grazie a tutte le famiglie per la partecipazione e grazie per il prezioso impegno delle insegnanti nell’organizzazione. A conclusione della serata sono state raccolti 35,5 euro di offerte, che sono stati destinati all’Associazione Culturale Cor et Amor a sostegno del progetto GIOCOPEDIA DELLA GENTILEZZA.

Il tempo trascorso a giocare insieme é un bel ricordo.

 

Luca Nardi
 
E voi cosa ne pensate? Lasciate il vostro commento. Grazie
 
Leggi l'attività ludica che propongo dagli Asili Nido alle Scuole Secondarie di Primo Grado,  PER APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA GENTILEZZA A SCUOLA PER STARE BENE INSIEME

 

28 Marzo 2018 "tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi se lo ricordano"

28 Marzo 2018 "tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi se lo ricordano" - il blog di Nardi Luca

 Il Piccolo Principe, il fantastico racconto scritto da Antoine de Saint-Exupéry,  per i bambini e per ricordare agli adulti di essere stati bambini, racchiude al suo interno diverse conoscenze gentili, che emergono solamente leggendo la storia con attenzione, proprio come consigliato dall'autore "Non mi piace che si legga il mio libro superficialmente..". Con lo spirito del ricercatore, i bambini della scuola primaria di Salassa, hanno iniziato il corso su Il Piccolo Principe conosciuto coi Giochi della Gentilezza, per approfondire e scoprire ciò che  Antoine de Saint-Exupéry ha voluto trasmettere attraverso le sue parole. Proprio le parole, quelle gentili, per la precisione 24, rappresentano il filo conduttore del corso, durante il quale i bambini giocheranno con I Giochi della Gentilezza, contestualizzati uno per ciascuna parola, che sintetizzeranno le frasi più significative. Le prime 3 parole con cui i bambini hanno giocato sono state: ricordi, spiegazione, immaginazione. Per quanto riguarda i ricordi, dopo avere coinvolto i bambini in un gioco di memoria tematizzato, ho spiegato loro che l'autore tratta i ricordi per evidenziare come spesso gli adulti si dimenticano di essere stati bambini e di quanto la vita é bella anche se viene vissuta con un po' di leggerezza, proprio come sanno fare i bambini. Dopo avere chiesto loro cosa  gli adulti spesso  si dimenticano di quando erano bambini? Le risposte date dagli alunni sono state:  di giocare, degli amici, di sognare. Una riflessione corretta é stata invece che i nonni sanno ancora giocare. A questo proposito, un invito che ho fatto, é stato di provare a trascorrere più tempo a giocare coi propri genitori. Per approfondire la conoscenza delle parole immaginazione e spiegazione i bambini hanno prima giocato con una scatola, proprio come quella disegnata dall'autore del libro per il Piccolo Principe, per proseguire a divertirsi con un gioco artistico, durante il quale, divisi in gruppetti, hanno realizzato diverse pecore, proprio come richiesto dal Piccolo Principe; per spiegare il proprio risultato artistico, i bambini hanno quindi inventato diversi racconti...perché, "gli adulti hanno sempre bisogno di spiegazioni". Sono stato molto entusiasta di come i 4 gruppi classe si sono posti, con interesse e partecipazione, per scoprire i "segreti" del Piccolo Principe, che avevano già conosciuto precedentemente attraverso le immagini presentate dagli insegnanti di classe. 

"L'immaginazione é più importante della conoscenza."  A. Einstein

Luca Nardi  

 

E voi cosa ne pensate? Lasciate il vostro commento. Grazie.

 

Leggi l'attività ludica che propongo dagli Asili Nido alle Scuole Secondarie di Primo Grado,  PER APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA GENTILEZZA A SCUOLA PER STARE BENE INSIEME 

28 Marzo 2018 Faccio Salti Altissimi

28 Marzo 2018 Faccio Salti Altissimi - il blog di Nardi Luca
Iacopo Melio con la I, é autore e protagonista di Faccio Salti Altissimi un'autobiografia scritta con l'intento di ridurre, o superare le distanze culturali nei confronti  dei disabili, o come direbbe Andrea Caschetto "pluriabili", attraverso la conoscenza. Un libro che si legge velocemente, anche grazie all'autoironia di Iacopo, che consente di sorridere anche su situazioni che all'apparenza potrebbero rattristare, come il poco riguardo che la società, di cui ognuno di noi fa parte,  troppo spesso dimostra verso coloro che avrebbero bisogno di un maggior numero di attenzione per poter vivere normalmente. Particolarmente ironiche sono le differenti risposte che Iacopo offre a coloro che gli chiedono "Perché sei in carrozzina?", tra queste: "perché sono un transformer", oppure "sono stato seduto al gabinetto troppo a lungo e così mi si é fermata la circolazione"; ma anche i motivi per fidanzarsi con un disabile, che Iacopo propone, fanno sorridere ed allo stesso tempo riflettere, su come anche le persone pluriabili sanno amare e possono amare. Faccio Salti Altissimi é un libro che trasmette conoscenze gentili, orientate al benessere ed all'integrazione delle persone pluriabili, conoscenze che se fossero trasmettesse ai bambini di oggi, consentirebbero, un domani,  di vivere in un mondo con meno barriere e più normalità per tutti. Grazie Iacopo per le parole che hai condiviso con noi lettori, che hanno reso il tuo libro particolarmente emozionante.

La normalità é fatta anche di conoscenza.

Luca Nardi 

 

E voi cosa ne pensate? Lasciate il vostro commento. Grazie. 

  • Invia a un amico

recensioni

 

racconti

presentazione SI, DAI, DICIAMOLO!!

Si parla e si scrive poco di gentilezza, ma l'esempio é ciò che più conta per diffondere un messaggio. Ognuno, sono certo, che ogni giorno compie, o riceve, almeno un atto di gentilezza (una parola, un gesto, un'azione),

diario 2018

28 Marzo 2018 "tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi se lo ricordano"

Il Piccolo Principe, il fantastico racconto scritto da Antoine de Saint-Exupéry,  per i bambini e per ricordare agli adulti di essere stati bambini, racchiude al suo interno diverse conoscenze gentili, che emergono solamente 

SCUOLA e FORMAZIONE

 

FAMIGLIA e SOCIALE

 

CULTURA e SPORT

 

FESTA e DIVERTIMENTO

 

rubrica SI, DAI, DICIAMOLO

rubrica SI, DAI, DICIAMOLO - il blog di Nardi Luca

racconta la tua esperienza di gentilezza

rubrica SI, DAI, DICIAMOLO - il blog di Nardi Luca

racconti sulla gentilezza condivisi dei visitatori del sito

Giocopedia della Gentilezza

Giocopedia della Gentilezza - il blog di Nardi Luca

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza - il blog di Nardi Luca

I Giochi del Cuore

I Giochi del Cuore - il blog di Nardi Luca

ORDINA IL MANUALE

Grazie dell'attenzione

Seguimi su Instagram

Seguimi su Instagram - il blog di Nardi Luca

Seguimi su Twitter

Seguimi su Twitter - il blog di Nardi Luca